Camera Civile di Treviso

Sito istituzionale della Camera Civile degli Avvocati di Treviso

WEB ON AIR del 3 luglio 2020 “E ora..? Riflessioni post Covid: la situazione, le misure di Cassa Forense, la responsabilità medica”

L’Ordine degli avvocati di Gorizia, la Federazione delle Camere Civili del Triveneto e la Camera Civile di Gorizia, con il sostegno dell’Unione Nazionale delle Camere Civili, organizzano per il giorno
3 luglio 2020, ad ore 15,15
il seminario di aggiornamento sul tema:
“E ora..? Riflessioni post Covid: la situazione, le misure di Cassa Forense, la responsabilità medica”
con il seguente programma
Indirizzi di saluto
Interventi:
 Avv. Antonio Angelini,Vice Presidente della Camera Civile di Trento e Rovereto, Vice Presidente della sezione distrettuale di Trento della Associazione Nazionale Avvocati di Diritto Immobiliare, componente della Commissione di diritto civile dell’Unione Triveneta dei Consigli dell’Ordine degli Avvocati o Funzionamento degli uffici giudiziari del Triveneto nella “fase 2”, tra misure organizzative e realtà
 Avv. Diego Casonato, Delegato di Cassaforense per il Distretto della Corte d’Appello di Venezia, Presidente Camera civile di Treviso
o Bilancio Cassaforense anno 2019 e conseguenze del coronavirus. Quale futuro?”
 Avv. Maurizio Molinari, Cultore della materia della responsabilità civile, Presidente della Camera Civile di Padova.
o Riflessioni sulla responsabilità medica nel tempo del Covid-19.
Dibattito e conclusioni
Modera
 Avv. Fabio Sportelli, Presidente della Federazione delle Camere Civili del Triveneto Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Gorizia ha riconosciuto 4 crediti formativi di cui due in area deontologia e due in area civile.
La partecipazione avverrà attraverso la piattaforma Teams con numero massimo di 240 collegamenti
Per partecipare, anche ai fini del riconoscimento dei crediti per la formazione continua, è necessario:
 inviare entro le ore 11:00 del giorno 03.07.2020 un messaggio di posta elettronica semplice al recapito
cameracivile.go@gmail.com, indicando:
o nome, cognome, foro di appartenenza, ed eventuale nikname utilizzato, se nominativamente diverso dal partecipante o in tempo utile verrà inviato messaggio di posta elettronica con link di accesso.

Durante il collegamento dovrà essere sempre attiva la modalità video e la presenza del collegato.

locandina-definitiva

LA GIUSTIZIA È UNA COSA SERIA

LA GIUSTIZIA È UNA COSA SERIA
Contrordine, compagni: i processi penali tornano in Aula (per fortuna) ed i giudici civili pure, anche se magari soltanto per apparire in videoconferenza dall’interno del Tribunale, invece che della propria casa.
Anzi, i giudici civili forse no: è cominciato un fuoco di sbarramento per cercare di impedirlo, e siccome a pensar male si fa peccato ma, si sa, spesso si indovina, non è difficile intuire i termini dello scambio che già si profila all’orizzonte.
Si invoca la tutela della salute, che è sacrosanta, ma che avrei dato per scontato fosse garantita, visto che persino nel periodo critico lì c’era un presidio di personale di cancelleria, e di pubblica sicurezza: carne da macello?
La rivendicazione sindacale, come sempre, ha trovato una giustificazione dogmatica: perché i processi amministrativi o le verifiche del passivo si potrebbero fare da casa, ed i giudizi civili no?
Il paragone non ha senso, perché processi amministrativi e verifiche del passivo coinvolgono parti pubbliche, che hanno l’obbligo di imparzialità, e quindi è evidente che il contrasto è attenuato, e può essere governato anche attraverso lo schermo di un computer posto all’interno di una abitazione: del resto, quante volte avete visto le parti interrogate dal giudice, dinnanzi al Tar o al Consiglio di Stato?
Ma la verità è che nel processi civili il contraddittorio di udienza non è frequente (e quindi una parte significativa di quei giudizi possono essere trattati per iscritto) ma, quando c’è, è ben più serrato persino di quanto non accada nel processo penale, dove esiste una parte pubblica che deve (o dovrebbe) chiedere la assoluzione, se si convince delle ragioni dell’imputato. Ed un contraddittorio orale serrato non può essere filtrato dallo schermo di un computer, e dai suoi tempi.
Spiace, di questo dibattito, l’ipocrisia: si finge di discutere di una fase due la cui durata, prevista in un paio di mesi scarsi, non giustificherebbe il confronto, ma in realtà tutti sanno che stiamo parlando di un colpo di mano sulla giustizia.
L’emergenza ha aiutato, tra gli altri, chi vuole cercare di introdurre di soppiatto un nuovo modo di amministrare la giustizia, che probabilmente è più comodo, ma che non avrebbe mai trovato consenso, in tempi normali: la paura, è un alleato tanto potente da poter sopraffare persino il senso di giustizia.
Più comodo, diciamolo con franchezza, non più efficiente, perché lo sanno tutti che in videoconferenza la trattazione è anche più lenta, e quindi di processi se ne faranno meno, e dureranno di più: e non è un caso, infatti, se molti di quei giudici civili che i processi li fanno per davvero si sono dichiarati contrari, contrarissimi. Chi cercherà di introdurre un sistema che rallenta i processi civili, se ne assumerà la responsabilita’.
E per questo, chiedere ai magistrati di andarle a fare dal Tribunale, quelle videoconferenze, equivale ad affossarle: venuta meno la comodità, chi vorrà farle più?
È più comodo, indubbiamente, amministrare la giustizia da casa propria: ma e’ amministrare la giustizia, quel che si fa dal tinello di casa propria, tra una pentola che borbotta sul fuoco ed un pupo che frigna? Sarà convinto di avere trovato giustizia, il cittadino che riceverà la sua sentenza dopo aver visto il giudice trattare il suo caso dall’interno della propria abitazione, magari in abiti da riposo?
L’esperienza di questi due mesi di videoconferenze, su questo ultimo punto, non induce all’ottimismo: volti non rasati, pullover variopinti, atteggiamenti informali.
Ma il decoro è un fatto privato, la dignità una faccenda pubblica: ed è solo un’Aula di Giustizia che attribuisce ad un laureato in legge la dignità di un Tribunale. È solo un’Aula di Giustizia che trasforma una persona in un simbolo universale dello Stato.
Il Tribunale, duemila anni fa, venne definito da un greco “incorruttibile dal denaro, venerando, inflessibile, presidio della terra”: lo percepirà così, chi vedrà il giudice trattare il suo caso nella intimità della propria abitazione?
Io credo di no. E credo anche che stiamo correndo un rischio che va ben oltre lo scontro personale, e che non ci possiamo permettere: rischiamo che i cittadini comincino a contestare non solo il contenuto delle decisioni a loro sfavorevoli, ma la legittimazione di chi le ha emesse, e la giustizia dei loro processi. L’ultima parola, l’avrà la Corte costituzionale.
Un sistema giudiziario si regge sulla sua capacità di persuasione, non sulla forza: se viene meno quella, il sistema non funzionerà più.
Per questo, io spero che, in quei (rari) casi in cui l’udienza civile si dovrà fare davvero, in questi due mesi, i giudici vadano a farla in quel Tribunale che è il luogo del loro lavoro, come hanno fatto e faranno tutti gli altri lavoratori: il loro sacrificio farà guadagnare in dignità quel che avranno perso in comodità.
E spero che, in quei rari casi in cui quella udienza sarà davvero necessaria, vorranno consentire anche a me di farla di persona: adotteremo insieme le precauzioni necessarie, ed insieme faremo giustizia. Non si può pensare di riaprire ristoranti e stabilimenti balneari, e tenere chiusi i Tribunali: è venuto il momento di riaprire.
Avv. Antonio de Notaristefani
Presidente dell’Unione Nazionale delle Camere Civili

“SOCIETA’ TRA AVVOCATI : UNA VANTAGGIOSA ALTERNATIVA ALLO STUDIO LEGALE ASSOCIATO ?”

Ecco il programma dell’evento formativo che si svolgerà il 21 giugno 2019 presso il Seminario Vescovile Sala Longhin Treviso

“SOCIETA’ TRA AVVOCATI :UNA VANTAGGIOSA ALTERNATIVA ALLO STUDIO LEGALE ASSOCIATO ? Aspetti Giuridici, Fiscali, Previdenziali e Deontologici”

Programma:
Ore 14.30
Registrazione dei partecipanti
Ore 15.00
Inizio lavori
Saluto del Presidente dell’Ordine degli Avvocati diTreviso
Avv. Massimo Sonego
Introduce e modera
Avv. Diego Casonato
Presidente della Camera Civile di Treviso
Intervengono
Stefania Martin – Avvocato in Padova
“Cenni sul funzionamento ed il regime fiscale delle StA”
Antonio Guarnieri – Avvocato in Treviso
“Profili deontologici dell’attività professionale esercitata in forma associata o societaria”
Vittorio Minervini – Avvocato in Brescia
“Le implicazioni della nuove StA sul sistema Cassa Forense”
ore 18.30
chiusura dei lavori

L’Ordine degli Avvocati di Treviso riconosce n° 3 crediti formativi ai fini della formazione continua di cui 1 in deontologia e 1 in ordinamento previdenziale

Alleghiamo la locandina del convegno: Locandina 21 giugno 2019

 

 

LA DONNA E LO SPORT NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA

Ecco il programma dell’evento formativo che si svolgerà l’8 marzo 2019  ore 15:00 presso  l’Hotel Maggior Consiglio di Treviso

 

LA DONNA E LO SPORT NELLA LEGISLAZIONE ITALIANA
8 marzo 2019 ore 15:00-19:00
Hotel Maggior Consiglio, Via Terraglio 140, Treviso
Ore 14:30 Registrazioni
Ore 15:00 SALUTI
• Avv. Massimo Sonego (Presidente Ordine Avvocati Treviso);
• Avv. Diego Casonato (Presidente Camera Civile Treviso);
• Dott.ssa Silvia Nizzetto (Assessore allo Sport Comune di Treviso);
• Claudio Donà (Presidente Figc Treviso);
• Giuseppe Ruzza (Presidente Figc Veneto);
RELATORI: I FASE – LEGALE (moderatore Avv. Alessandro Michielan)
• Avv. Annamaria Bernardini de Pace (Foro di Milano – Perché la domenica mi lasci sempre sola?);
• Avv. Rosanna Rovere (Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Pordenone – Donne & Sport: la parità di genere ed il soffitto di cristallo);
Pausa
RELATORI: II FASE – TAVOLA ROTONDA (moderatore dott. Andrea Vidotti)
• Monica Vanali (giornalista Sportmediaset);
• Sara Cardin (karateka campionessa mondiale 2014);
• Dott.ssa Daniela Oriandi (psicologa dello sport Centro Federale Territoriale Figc Istrana);
• Lara Cini (Responsabile calcio femminile Figc Treviso, allenatrice Condor S.A. Treviso);
• Marilisa Zanini (Istruttrice Minibasket Olimpia Milano – AX Armani Exchange);
• Alessandro Bruzzone (allenatore settore giovanile e secondo in prima squadra Venezia Calcio Femminile).
Hanno contribuito all’organizzazione dell’evento l’Avv. Renato Toppan e l’Abg. Francesco Capraro
(agente sportivo).
Ore 18:30 Dibattito
Ore 19:00 Chiusura lavori
L’Ordine degli Avvocati di Treviso riconosce n° 3 crediti formativi ai fini della formazione continua.

Alleghiamo la locandina del convegno

locandina-a3-3

IL LEVERAGE BUY-OUT convegno del 27.10.2017

Qui potete scaricare le slides della relazione del dott. Locatelli ——–> slide-27-10-17
Di seguito il programma

Venerdì 27 ottobre 2017

Ore 14,30 Registrazione partecipanti
Ore 15,00 Saluti introduttivi Avv. Massimo Sonego (Presidente Ordine Avvocati Treviso)
Apertura lavori Introduce Presiede e Modera: Avv. Diego Casonato Presidente della Camera Civile degli Avvocati di Treviso
***
Relazione dell’Avv. Alessandro Benni de Sena (Avvocato del Foro di Venezia) “Diritto ereditario e family buy-out”
***
Relazione del Dott. Sante Casonato (Commercialista in Treviso) “La relazione dell’esperto nelle operazioni LBO”
***
Relazione del Dott. Omar Locatelli ( GBL Fiduciaria ) “LBO: Questioni e soluzioni applicative”
Ore 18,00 Dibattito
Ore 18,30 Chiusura dei lavori

“I RAPPORTI NEGOZIALI NELLO SPORT”

Ecco il programma dell’evento formativo che si svolgerà giovedì 27/10/2016 presso  l’Auditorium San Nicolò di Treviso

Ore 14,30
Registrazione partecipanti
Ore 15,00
RELAZIONI
“Le sponsorizzazioni sportive”
Moderatore: Avv. Diego Casonato
1.- Il ‘tipo’ ed il contenuto del contratto di sponsorizzazione, l’inadempimento da parte dell’atleta
Avv. Paolo Maran – Foro di Treviso
2.- Il diritto e lo sfruttamento commerciale dell’immagine
Avv. Luca Ferrari – Foro di Milano, Withers LLP
3.- L’attività di merchandising nello sport
Avv. Stefano Campoccia – Foro di Treviso
TAVOLA ROTONDA: “Sport & Business”
Moderatore: Andrea Vidotti – Manager sportivo, titolare di Ideeuropee
Igor Cassina – Campione Olimpico ad Atene 2004 alla sbarra
Lorenzo Bernardi – Mister Secolo del Volley
Avv. Andrea D’Amico – Agente di Calcio
Luca Corsolini – Giornalista di Eurosport
Luca Businaro – Presidente di Assosport e Presidente di Fesi
Ore 19,00
Chiusura dei lavori

Sono stati concessi 3 crediti formativi

Alleghiamo la  la locandina del convegno
convegno diritto sportivo

VADEMECUM 2016 PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI – UNIONE TRIVENETA

Pubblichiamo la versione aggiornata del Vademecum per le notifiche in proprio aggiornato a cura della Commissione informatica della dell’Unione Triveneta – Vers. 3/6/2016

2016Vademecum_notifiche_in_proprio_Triveneto_2016

“L’ABUSO NELL’ATTIVITA’ DI DIREZIONE E COORDINAMENTO SOCIETARIA: RISCHI E RIMEDI”

Ecco il programma dell’evento formativo tenutosi presso il Seminario Vescovile di Treviso, Piazzetta Benedetto XI n. 2,  il 13 aprile 2016 ore 15.30- 18.30

Saluti introduttivi
Presidente della Sez. Fallimentare del Tribunale di Treviso: Dott. Antonello Fabbro
Presidente Ordine Avvocati: Avv. Massimo Sonego
Presidente Camera Civile: Avv. Diego Casonato
Ore 15,30  Apertura lavori
Introduce Presiede e Modera: Prof. Avv. Matteo De Poli – Studio De Poli – Venezia – Vicenza
1) Natura, presupposti e condizioni dell’azione di responsabilità ex art. 2497 c.c.
Prof. Avv. Matteo De Poli – Studio De Poli – Venezia – Vicenza
2) Il pregiudizio alla redditività e al valore della partecipazione sociale nella società eterodiretta – Compensazioni lecite infragruppo – Danni risarcibili
Dott. Sante Casonato – Studio Casonato Treviso
3) Il fallimento della società eterodiretta: l’azione di responsabilità ex art. 2497 c.c. promossa dal curatore della società controllata
Prof.Avv. Danilo Galletti – Università di Trento

Alleghiamo la  la locandina del convegno
VOLANTINO CONVEGNO 13_4_16
e la relazione messa cortesemente a disposizione dal dott. Sante Casonato
Equilibrio gestione eterosocietaria – CC

LE CRITICITA’ DEL CONTRATTO DI AGENZIA DOPO GLI A.E.C. 30/7/2014

Ecco il programma:

Venerdì 9 ottobre 2015 ore 15,00 – 19,00
L’incontro si svolgerà presso l’Aula di Corte d’Assise presso il Tribunale piano terra
Evento gratuito cui sono attribuiti 4 crediti formativi
Ore 14,30
Inizio registrazioni
Ore 15,00
Saluti introduttivi
Relazione dell’avv. Alberto Venezia
(avvocato del foro di Milano)
- esclusiva e modifiche unilaterali nel contratto d’agenzia.
- modalità di cessazione del rapporto e indennità
Relazione del dott. Livio Squarzoni
(consulente del lavoro in Treviso)
- la C.T.U. in materia di agenzia
Relazione della dott.ssa Linalisa Cavallino
(Consigliere Istruttore della Corte di Appello di Venezia)
- la casistica della Corte Veneta in materia di contratto d’agenzia
Ore 18,30
dibattito
Ore 19:00
chiusura dei lavori

MATERIALI

Mettiamo a disposizione per il  download le slides del prof. Venezia
CRITICITA’ AGENZIA DOPO AEC 30-7-2014
e l’archivio con le sentenze della Corte d’Appello cortesemente segnalate  dalla relatrice dott.ssa Linalisa Cavallino
sentenze dott.ssa Cavallino convegno agenzia

 

 

 

I° Congresso Giuridico – Udine 4-5 giugno 2015

In allegato  la locandina del I° Congresso Giuridico organizzato dalla Federazione delle Camere Civili ad Udine per il 4 e 5 giugno 2015.
La partecipazione è gratuita e i crediti vengono riconosciuti per ogni singolo evento a cui si partecipa.
locandina congresso  pdf

Pagina facebook dell’evento